Giornate-Rurali_logo

Il 30 aprile a Latiano la quinta delle otto “Giornate Rurali”

Il 30 aprile a Latiano, nella Saletta Imperiali del Comune si è svolta la quinta delle otto Giornate Rurali, il format ideato e organizzato dal GAL Terra dei Messapi in collaborazione con le amministrazioni locali, l’UNPLI provinciale e le Pro Loco dei Comuni dell’area Terra dei Messapi.

 

 

GR_Cover-Facebook_Latiano

Il Territorio che Vogliamo è il format che il GAL sta utilizzando per attuare una strategia di sviluppo partecipato dal basso. Un concetto innovativo per la definizione delle linee strategiche di sviluppo dei nostri territori ma, allo stesso tempo un metodo già ampiamente utilizzato sin dallo sviluppo in Europa dei Gruppi di Azione Locale tra gli anni 80 e gli anni 90.

La prima parte dell’evento si è aperta con i saluti del Sindaco Cosimo Maiorano e del Presidente del Gal Terra dei Messapi Prof. Damiano Franco.  I responsabili del GAL hanno spiegato in maniera sintetica i risultati raggiunti nel corso della Programmazione 2007/2013 e hanno illustrato le possibili prospettive della imminente programmazione 2014/2020.

A seguire gli interventi di alcuni operatori che hanno beneficiato nella programmazione appena chiusa delle risorse messe a disposizione della Comunità Europea, tra le quali spicca il progetto RURALIA realizzato dalla stessa amministrazione comunale con i contributi  della misura 321, e i cui risultati sono stati presentati dalla dott. Rita Caforio che ha seguito con passione tutto il progetto.

A seguire un partecipato dibattito con la platea sulle prospettive in vista della nuova programmazione.

Come di consueto presente’ l’“I.I.S.S De Marco-Valzani” di San Pietro V.co che,  grazie all’ausilio dei suoi ragazzi, ha proposto ai presenti il questionario “IL TERRITORIO CHE VOGLIAMO” prodotto dal GAL con l’intento di raccogliere aspettative e spunti utili alla stesura del prossimo PSR che accompagnerà la Terra dei Messapi fino all’anno 2020.

La prima parte dell’evento si è chiusa con la proiezione del video documentario “La Terra dei Messapi – Latiano” finanziato dalla Misura 313.2 del PSL GAL Terra dei Messapi e girato dal regista Simone Salvemini.

“Ho cercato di cogliere l’essenza umana della gente di questi territori e di proiettarla in chiave turistica esperienziale”, ha detto Simone, “il GAL ha il merito straordinario di aver unito tradizione e innovazione perché riportandoci indietro alle nostre origini messapiche racconta in maniera originale quello che la gente è oggi, frutto della sua storia”.

Piazza Umberto I ha invece ospitato la seconda parte della serata.  Protagonisti indiscussi la gastronomia, le produzioni enologiche e la valorizzazione del territorio.

Durante la giornata rurale i latianese hanno potuto conoscere, apprezzare e degustare le tipicità e le particolarità della nostra terra, grazie agli operatori presenti nelle casette allestite. L’appuntamento è stata arricchita dall’inebriante musica locale a cura dei “Beddu ci balla” e dalle gustose degustazioni enogastronomiche a base di pizzu latianese e dalla tipica focaccia locale.

Le “Masserie Didattiche” dell’area GAL Terra dei Messapi, rappresentate in questa occasione dalla “Masseria Marangiosa”, hanno curato il laboratorio “Orto sul balcone” e animato simpaticamente i piccoli ospiti accorsi insieme ai loro genitori.

Gli organizzatori si sono ritenuti fortemente soddisfatti della bellissima esperienza e sono convinti che lo stesso entusiasmo animerà la serata in programma nel Comune di Torchiarolo per il prossimo 7 maggio.